Vanity Wheel: intervista a Michela Trentin

Due donne che si uniscono per dare vita ad un progetto molto importante ed ambizioso “Vanity Wheel”. Come nasce e di cosa si tratta ce lo racconta Michela Trentin in questa intervista.

 

CHE COS’E’ VANITY WHEEL?

Vanity Wheel è un brand che vuole distinguersi nel mercato della moda per la sua linea di accessori rivolti al mondo della disabilità. L’obiettivo è quello di "rendere fashion una ruota", così facendo la carrozzina diventa un oggetto di design che trasmette la voglia di libertà e non un qualcosa da nascondere, è il modo di essere se stessi sempre.

L'idea della carrozzina viene completamente sdoganata e sostituita dall'immagine di una sedia a rotelle personalizzata che diventa un'estensione stessa dell'abito che si indossa.

I copri ruote diventano colorati e vivaci (dalle rose, ai jeans, ai gioielli, a quadri famosi o graffiti etc.) e si montano e smontano in un attimo!

 

COME NASCE E GRAZIE A CHI?

Vanity Wheel è una start up nata dall’amicizia di due donne appassionate di moda: Cinzia Chiarini ed io, Michela Trentin. Cinzia una donna da sempre nata nel mondo dei tessuti, del designer e dell’arredamento è la mente creativa del progetto; Michela,manager da oltre 25 anni nell’organizzazione e nello sviluppo delle aziende, é il braccio esecutivo del progetto. Insieme sono i due pilastri di Vanity Wheel

Siamo in Toscana, una terra che della bellezza ha fatto il suo mantra. Il progetto di Vanity Wheel nasce tra le colline e la passione per il bello, l’ unicità a cui gli occhi sono abituati hanno fatto il resto: l’idea è nata.

 

QUAL E’ L’OBBIETTIVO DELL’ASSOCIAZIONE?

Il nostro obiettivo è quello di studiare accessori accessibili che possano rendere migliore la vita in carrozzina, allo studio ci sono oggetti come trolley e le shopper per la spesa che sono attualmente il nostro prossimo obiettivo. 

 

MODA INCLUSIVA E NON VENDITA DI SEMPLICI ACCESSORI

Vogliamo passare dal termine ausili al termine accessori, in questo parliamo di diritto alla bellezza, un diritto che non può cambiare se sei seduta o se sei in piedi. Ogni persona ha diritto di mostrarsi nella sua unicità.

 

PARLIAMO DEI TIPI DI ACCESSORI CHE OFFRITE

Siamo partite dalle cover che possono essere applicate alle ruote delle carrozzine, la prima line a nasce in materiale PTE, estremamente flessibile e inseribile con facilità, siamo poi passate ad una creazione di una linea in pelle ed ecopelle che può essere abbinata a borse, zaini e guanti che ovviamente hanno una linea creativa e di design.

Tra le prossime uscite son previsti degli zaini e delle shopping bag che possono facilitare la libertà di movimento.

 

GLI ACCESSORI SONO ANCHE ABBINABILI TRA DI LORO

Certo! Borse, Guanti e cover sono abbinabili e soprattutto esiste una linea completamente personalizzabile, con la partecipazione di Valinu’ Bag (azienda produce borse personalizzate) abbiamo creato una linea particolare “Dillo con le ruote” che riguarda la possibilità di personalizzare con una propria frase sia borsa che cover, per un’amicizia speciale o anche per essere super coordinate!

 

NEL VOSTRO PROGETTO LA CARROZZINA CAMBIA VOLTO E NON E’ SOLO PIU’ UN MEZZO PER SPOSTARSI

La carrozzina è un elemento di indipendenza, perché attraverso la carrozzina si riacquisisce la propria libertà di movimento, per questo motivo non vogliamo nasconderla ma valorizzarla. Carrozzine di designer sono già sul mercato, noi vogliamo trasformarle ancora di più fino alla personalizzazione. La carrozzina diventa un accessorio che parla di te.

 

ATTUALMENTE AVETE CINQUE LINEE MODA

Attualmente abbiamo 5 linee Woman, Man, Sport, Arts e Up to teen e accessori accessibili ( guanti e borse) da poco è uscita la linea wedding dedicata agli sposi e a gennaio uscirà la linea bambini.

 

CHI SI OCCUPA DELLA PARTE CREATIVA? La parte creativa è gestita da Cinzia insieme al nostro art design, ed è lei che trova le ispirazioni attraverso i mood del momento. Cinzia è da sempre una creativa sia prima dell’incidente che dopo, è lei che da gli input al nostro design, il quale trasforma il concept in modello, altre volete le inspirazioni arrivano dagli incontri, dai luoghi o semplicemente da uno stato d’animo.

 

PER LO STUDIO DELLE LINEE AVETE ANCHE COLLABORAZIONI CON ARTISTI

Si, il primo a credere nel nostro progetto è stato Aleandro Roncarà, l’artista di Mondorotondo, non a caso è stato il primo ad uscire con una cover a suo marchio. Oggi anche Andy ex cantante dei Blu Vertigo amico di cinzia e appassionato di arte, ha prestato un suo disegno all’ispirazione di Vanity Wheel, per la linea bambini invece la prima artista ad aver passato la sua mano a noi è stata Irene Sabella che autrice di Hope (il suo personaggio), che uscirà sul mercato a gennaio con il lancio della linea bimbi.

 

PER QUALI OCCASIONI SONO STATI STUDIATI QUESTI ACCESSORI? Per tutte le occasioni in cui vogliamo sentirci speciali, può essere un colloquio di lavoro, un’uscita con gli amici, una cerimonia o una gara importante dove sfoggiare il brand della nostra squadra come ha fatto Giulia atleta di scherma che si è fatta fare le cover con il logo del proprio team!

Se volete scoprire di più andate su www.vanitywheel.com