I N T E R P L A Y /22: Festival Internazionale di Danza Contemporanea

Photo Credit Miriam Cuesta
Photo Credit Miriam Cuesta

Ciao a tutti oggi vi presentiamo un festival, iniziato il 21 maggio, che si sta svolgendo nei quartieri di Torino fino al 14 giugno. Si tratta della ventiduesima edizione di Interplay, storico festival dedicato alla giovane danza contemporanea ideato e diretto a Torino da Natalia Casorati. Saranno presenti ventinove compagnie e trentadue spettacoli in long e short format, un viaggio tra diverse geografie coreografiche che include quindici creazioni italiane, undici compagnie europee e tre che arrivano da fuori continente.

Punto di riferimento nel panorama italiano della danza, Interplay seleziona anche in questa edizione gli spettacoli di punta della nuova scena europea, offrendo l’opportunità ad artisti, pubblico e operatori di incontrare la giovane creatività nazionale e internazionale con una proposta di spettacoli che si immergono nel reale, esplorando attraverso le forme espressive più attuali i temi che vanno dalle disuguaglianze sociali, alle discriminazioni di genere, ma focalizzandosi sempre e comunque sulla forza della bellezza. Quella che appartiene a tutte le arti e oggi più che mai urla la sua voglia di pace, di lotta alla violenza e a quei sistemi opportunisti che mirano solo al profitto, anche a discapito del benessere della Terra e dei suoi abitanti.

Dopo la pandemia, che ha costretto le due edizioni precedenti a svolgersi in formato digitale e ibrido, finalmente la ventiduesima edizione del festival segna un ritorno nei teatri a piena capienza. In questa edizione il festival vuole soprattutto tornare nel tessuto urbano della città: da sempre, infatti, Interplay esplora le interazioni fra gli artisti e il pubblico inconsapevole attraverso una significativa sezione diffusa con spettacoli site specific. La metropoli si fa palcoscenico, anche nei luoghi più “scomodi” e nelle sue periferie. Non a caso l’inaugurazione di questa edizione è avvenuta il 21 maggio nello spazio multidisciplinare di Via Baltea e ai Bagni Pubblici di Via Agliè nel cuore di Barriera di Milano, storico quartiere torinese dell’immigrazione italiana e straniera, difficile e affascinante insieme, pulsante di vita e di esperimenti sociali.

Interplay si pone come obiettivo il coinvolgimento di realtà già attive nelle zone del quartiere in modo da creare sinergie fra artisti, pubblico della danza e chi nel quartiere lavora e vive da anni.

A Cascina Rocca Franca il 9 giugno la compagnia di danza integrata no profit di Torino RE-ACTION Integrated Dance Company, in cui danzatori e danzatrici con e senza disabilità fisico-motoria si esibiscono insieme, utilizzando il grande valore espressivo e comunicativo della danza per superare gli stereotipi, abbattere le barriere mentali, e promuovere l’integrazione degli artisti con disabilità nel contesto artistico e culturale della società.

Photo credit Salvatore Lumia
Photo credit Salvatore Lumia

Le ospitalità nazionali di chiudono con il progetto SWANS NEVER DIE (10 giugno - serata a cura della Lavanderia a Vapore in collaborazione con Interplay), che per la tappa torinese coinvolge le compagnie torinesi: Egribiancodanza con Raphael Bianco, Codeduomo con Daniele Ninarello, Zerogrammi con Simone Zambelli e il Balletto Teatro di Torino con Silvia Gribaudi. Gli spettacoli presenteranno al pubblico un immaginario legato al cigno che si apre a nuove e personali coreografie. Proprio con Silvia Gribaudi, l’artista visiva Gosia Turzeniecka realizzerà dal vivo un murales in una performance fra arte e danza.

Per info e programma colsultare:

 

www.mosaicodanza.it

 

mosaicodanza@tiscali.it

 

Tel. 011.661.24.01

                                                                                                Mirela Rujan