Dinosaurs Park

“Un milione di anni fa o forse due...” è così che iniziava la canzone del cartone animato “Ryu, il ragazzo delle caverne”. Se siete nati tra gli anni ‘70 e ‘80 sicuramente ve lo ricordate. Ryu viveva nell’era dei dinosauri e tutti i giorni si confrontava con le difficoltà della convivenza con questi esseri giganti. Chissà com’era vivere a quei tempi e chissà com’erano veramente i dinosauri, che ancora oggi affascinano grandi e piccini.

Se avete voglia di immergervi nel fantastico mondo dei dinosauri dovete sapere che dal 12 giugno a Borgaro Torinese è aperta la mostra “Dinosaurs Park”.

 

Vi aspettano ventidue dinosauri a grandezza naturale, curati nei minimi dettagli, immersi nel loro habitat naturale, che si muovono e respirano grazie alla tecnologia animatronica. Un modo divertente per imparare tutto ciò che volete sapere sui dinosauri, grazie alla spiegazione dei pannelli illustrativi e allo staff dei Dino Rangers.

 

Inoltre sono presenti delle mostre all’interno della mostra, ad esempio quella dei fossili.

I bambini si possono trasformare in piccoli paleontologi nell’area scavi andando alla ricerca di fossili e di ossa di dinosauro. Una volta terminato il percorso, tutta la famiglia si può rilassare nell’aerea giochi e nell’area ristoro.

La mostra è realizzata da Next Exhibition Italia, in collaborazione con l’Associazione Culturale Agenzia di Sviluppo Territoriale Sinapsi, con il contributo ed il Patrocinio del Comune di Borgaro Torinese, con il Patrocinio di Regione Piemonte e della Città Metropolitana Torino.

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Lara Martinetto durante l’inaugurazione del bioparco. Ecco cosa ci ha raccontato in questa video intervista.