Attrazioni Cosmiche

 

In proscenio tre tavolini sono già posizionati in attesa dell’apertura del sipario. Quando le luci si abbassano, il vociare si affievolisce e sulla sala piena cala il silenzio. Il respiro si ferma qualche istante ad assaporare gli odori del teatro, in quei pochi attimi sospesi, in cui tutto è ancora da costruire.

 

Luci. Sullo sfondo una scenografia colorata si anima con i corpi che iniziano a muoversi sulla scena. Il primo scambio di battute scivola nell’aria, rimbalza tra le poltrone, scatena le prime risate e detta il ritmo per tutto quello che succederà dopo. La magia del teatro si è creata. Giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 ottobre Marco Cavallaro, autore, regista e protagonista dello spettacolo “Attrazioni Cosmiche”, ha conquistato il pubblico del Teatro San Paolo di Rivoli, in Via Berton 3, con una commedia dal carattere brillante e dai tempi comici perfetti. Al suo fianco l’eccezionale cast della compagnia “Esagera” con Maria Lauria, Ramona Gargano, Marco Maria della Vecchia, Maria Chiara Centorami, Marzia Verdecchi, ha regalato alla platea due atti di risate e divertimento.

Amori, amicizia, tradimenti si intrecciano intorno alla preparazione della cena di San Silvestro in un locale gestito da quattro amici. Alle difficoltà lavorative, dettate da un numero di prenotazioni troppo elevato, si aggiungono le difficoltà personali dei protagonisti.

Marcella (Mauria Lauria) proprietaria del locale, tradita dal marito, Giorgia (Ramona Gargano) cameriera delusa dall’ex fidanzato infedele Riccardo (Marco Maria della Vecchia), Emma (Maria Chiara Centorami) bella e ingenua, si scambiano confidenze sull’essere donna e sui disastri delle loro relazioni sentimentali. Con dialoghi incalzanti, pungenti e divertenti, le tre donne delineano i loro caratteri. Anche Walter (Marco Cavallaro), tradito dalla sua ex moglie, e Riccardo si confrontano sul loro modo di vivere le relazioni. Solo nel secondo atto farà la sua comparsa Barbara (Marzia Verdecchi), amica di Marcella che si inserisce nell’intrigo sentimentale della storia.

Nell’epoca della comunicazione veloce, delle distanze accorciate da internet, dei selfie e della vita virtuale, l’unica certezza che accomuna i personaggi è un profondo senso di solitudine da colmare e il bisogno di amare e di essere amati. Inzia così una continua ricerca della felicità che ci spinge verso gli altri. Di fronte alle difficoltà della vita, alle incomprensioni e alle delusioni amorose scegliamo tutti le “Attrazioni Cosmiche”, quelle sensazioni totalizzanti, brevi ed effimere, che spesso ci portano a sbagliare ma che ci rendono meravigliosamente umani e ci fanno sentire ancora vivi.

Uno spettacolo per tutti e rivolto a tutti in cui potersi rispecchiare. Lasciatevi trasportare dall’umorismo di Marco Cavallaro, abbandonatevi anche voi alle “Attrazioni Cosmiche”…e non perdetevi i prossimi appuntamenti della rassegna Campotheatro, curata con passione da Niko Ferrucci e Tony Skandal.

 

                                                                               

                                                                                             Marinella Ferrero

PH MARINELLA FERRERO