La conoscenza di se stessi

Inizia oggi la rubrica “Ritrova te stesso”. La dott.ssa Silvia Giannessi in questo post ci parla dell’identità.

Cari lettori, oggi vi parlerò dell’identità. Se prendete in mano un’arancia, potrete notare che esternamente ha una buccia, internamente tanti spicchi che potranno essere più o meno dolci e succosi a seconda della stagione. Entrambi fanno parte di questo frutto.

Avere un’identità vuol dire rispondere alla domanda: “Chi sono io?”. E’ importante riuscire a riconoscere sempre se stessi, nonostante i cambiamenti della vita, siano questi fisici, psichici o di stile di vita.

Ricordatevi che siete sempre voi e che ogni mutamento entrerà a far parte della vostra originalità di persona unica, di cui fanno parte sia i punti di forza che quelli di debolezza.

E’ importante essere a conoscenza dei nostri punti deboli e forti, questo ci aiuterà ad avere il controllo della nostra vita facendo le scelte che meglio ci corrispondono.

Freud sosteneva che lo sviluppo dell’individuo avvenisse attraverso cinque fasi psico-sessuali e che la nostra personalità fosse particolarmente influenzata da ciò che è accaduto nelle esperienze infantili.

Erikson sosteneva invece che lo sviluppo dell’identità si susseguisse attraverso otto fasi psico-sociali che interessano in modo particolare l’adolescenza, ma riguardano tutto l’arco della vita.

Il consiglio che vi offro nei momenti in cui perdete di vista voi stessi e quello che siete, è quello di guardare a tutte le parti del vostro essere. Se per delicati motivi non vi riconoscete in uno degli spicchi dell’arancia, fatevi forza attraverso il profumo e il succo contenuti nelle altre parti, quelle che corrispondono ai vostri successi.

Fate attenzione a ricordarvi anche dei piccoli traguardi raggiunti, che sicuramente ci saranno. Ripartite da questi per credere di poter ricostruire voi stessi.

 

Per domande o consulenze scrivete a silviagiann73@gmail.com

 

                                                                                 Dott.ssa Silvia Giannessi