Squadra vincente non si cambia

Per questo articolo voglio creare un nuovo hashtag #iocisonostata.

 

Ormai è circa una settimana che è finita la Torino Fashion Week ed è ora di fare dei bilanci per capire com'è andata. Prima però voglio parlarvi e presentarvi (per chi non li conoscesse) coloro che hanno reso possibile tutto questo.

Voi credete nei sogni? Io sì. Credo che i sogni si possano realizzare se ci si impegna veramente, ma veramente tanto per farlo.

 

Il papà della Torino Fashion Week (se così possiamo chiamarlo) è Claudio Azzolini.  

Claudio è stato un sognatore, un sognatore con le idee ben chiare su cosa voleva fare e realizzare. Ma come farlo? Una cosa molto importante, avendo un obiettivo di così grandi dimensioni, era quella di costruire una squadra vincente. Nasce così l'associazione Tmoda che si è occupata di creare e portare avanti questo grande evento. Oltre a Claudio l'associazione è composta da Luigi Silvestro (che io chiamerei “l'uomo degli hashtag”, colui che ha creato #noicisaremo e #isognisiavverano)

 Luciano Zagarrigo  

ed Andrea Asti.

Sono tante le riunioni, i casting e gli impegni che hanno avuto per un anno e mezzo per dare vita a tutto questo.

 

Ma ci sono altre due persone che sono state fondamentali ed hanno svolto un ottimo lavoro, una è Marina Nekhaeva che oltre ad essere una grande stilista è stata un po' il braccio destro di Tmoda.  

L'altra è Barbara Odetto che si è occupata dell'ufficio stampa. L'ufficio stampa è fondamentale per un evento di questa portata.  

Per fare il punto della situazione finale, io partirei proprio da qui. Sono state tante le testate giornaliste importanti che hanno parlato della TFW: da La Stampa a La Repubblica, dal New York Times a Vogue, tante sono state le blogger presenti. Emittente televisiva fissa Rete 7. Tanti i fotografi che hanno documentato con le loro foto la settimana della moda torinese.

 

Più di 3250 persone hanno assistito alle sfilate e 10000 erano in lista d'attesa. Ospiti importanti come Luciana Littizzetto e Piero Chiambretti.

ARTURO BRACHETTI

Alla serata finale il sindaco (o se preferite la sindaca) di Torino Chiara Appendino

IL PRINCIPE STEPHAN DEL MONTENEGRO E MACEDONIA

MOLTI COMPLIMENTI  VANNO ANCHE A TUTTI I TRUCCATORI

I PARRUCCHIERI

LE MODELLE

LE HOSTESS

DIRETTE E COORDINATE DA VALERIO, un vero gentiluomo che ci scortava tutte le sere dalle hostess e si assicurava che avessimo un buon posto.

STAVO PER DIMENTICARE DI MOSTRARVI LA LOCATION

Questa edizione è andata, adesso aspettiamo la prossima ed iniziamo a domandarci:"Sarà una volta l'anno? Sarà due volte l'anno?...".

Intanto vi saluto e chiudo con il mio hashtag #iocisonostata.

Foto credit Donneingamba, Andera Asti, Paolo Ratto, Barbara Odetto, Serghei Kauskha.