"Cerco la ragazza del tram": intervista a Roberto Cibin

La sua storia ha conquistato tutti e da Milano ha fatto il giro dell'Italia.

 

Sapete chi è Roberto Cibin? Roberto è un ragazzo di Milano che il 19 marzo incontra una ragazza alla fermata del tram, ragazza che non riesce a dimenticare.

Lui era con degli amici e lei con delle amiche. Tra i due inizia un gioco di sguardi che prosegue quando salgono sul tram. Quando lui trova il coraggio ed inizia a cercare una penna per scrivere su un pezzo di carta il suo numero di telefono, il tram rallenta e la ragazza scende.

Tutto avviene in modo rapido e Roberto non ha la prontezza di fermarla.

Le ore passano e lui non riesce a dimenticarla. Cosa decide di fare? DECIDE DI CERCARLA. Stampa circa 600 volantini dove racconta la sua storia e tappezza Milano. Inoltre apre una pagina Facebook “La ragazza del tram” che utilizza per far conoscere la sua storia e raccogliere informazioni.

Questa storia così romantica conquista tutti, fa il giro dell'Italia e le persone iniziano ad aiutare Roberto a cercarla.

Lo abbiamo contattato per farci raccontare la sua storia e nel nostro piccolo essergli d'aiuto a realizzare quest'impresa.

Gli abbiamo fatto alcune domande, ecco cosa ci ha risposto:

 

1. Dove e quando hai incontrato “La ragazza del tram”?

1. Eravamo a Milano la sera del 19 marzo in via Torino all'altezza della fermata della linea 3 davanti a Zara.

 

2. Cosa ti ha colpito di questa ragazza?

2. Il suo sguardo.. i suoi occhi.. mi ha letteralmente FOLGORATO.. non riuscivo a non guardarla.. davvero tanto semplice quanto bella

 

3. Ce la descrivi?

3. Altezza media, snella, capelli lisci e scuri con la frangia. Indossava dei jeans stretti con delle scarpe nere, non ricordo il colore del giubbino.

 

4. Quanti anni potrebbe avere?

4. Credo abbia 22 anni almeno.. massimo 24.. più che altro spero!

 

5. Pensi sia italiana?

5. Sì, credo sia italiana, i lineamenti non mi han fatto pensare a nessuna etnia in particolare.

 

6. Come ti è venuta l'idea di tappezzare Milano con i volantini per cercarla?

6. L'idea in realtà mi è venuta mentre parlavo con mia cugina, io avevo pensato alla pagina FB e al tornare magari a lasciare dei volantini alla gente che passava da Via Torino.

 

7. Ti sei innamorato?

7. Cotto..

 

8. Se la trovi, cosa pensi succederà?

8. Prima di tutto incontriamola, che già questa cosa non sembra affatto semplice.. poi credo che la inviterei fuori per una cena conoscitiva in una situazione abbastanza imbarazzante visto quello che si è creato intorno!

 

 

Facciamo un enorme in bocca al lupo a Roberto e lo ringraziamo per averci raccontato la sua storia.